The Italian Job
Area relax

Area Relax – The Italian Job (Un colpo all’italiana) 1969



Per ringraziarti della visita c'è un regalo per te. Uno speciale ebook dedicato agli amanti dell' Assetto Sportivo. Clicca sull'immagine che trovi qui sopra, registrati, segui le istruzioni e scarica l'ebook e tutti gli altri contenuti in regalo che abbiamo preparato per te. Ti aspettiamo!

 

................................................................


The Italian Job

Il film non è proprio recentissimo, però The Italian Job, ha molto a che vedere con il mondo delle auto, specialmente inglesi, specialmente Mini Cooper S. Uscito nel 1969 nelle sale cinematografiche è stato, ed è, un cult per gli appassionati del genere, potrebbe essere addirittura il “nonno” dei moderni The Fast & the Furious. Con i colori della Union Jack (non a caso), la bianca, la blu e la rossa sono le tre Mini Cooper S indemoniate in giro per l’Europa, tra suspense, azione e manovre da funamboli, scopriamo questo film dal dietro le quinte, con qualche curiosità!

The Italian Job

Il film fu prodotto dalla Paramount Picture e diretto dal regista Peter Collison; la sceneggiatura è di Troy Kennedy Martin, sull’idea del fratello Ian: gang di ladri, rapina del secolo, inseguimenti in auto. La location iniziale era Londra però Troy avendo una sorella a Roma decide di spostare alcune scene in Italia. Si pensa a Torino perché è una delle prime città europee ad avere un sistema centralizzato di controllo del traffico (cosa che verrà utile poi nel film), oltre a grandi spazi aperti. La Fiat è molto interessata alla pellicola (visto che rientra nella trama) e volendo pubblicizzare la 500, offre alla produzione un sostanzioso budget e un vasto parco auto, a condizione però di usare, appunto, tre 500 al posto delle Mini, cosa inaccettabile per Troy che difatti rifiuta. It’s UK vs Italy guys! La BMC (British Motor Company) dal canto suo, non ne approfitta minimamente. Infatti la Paramount è costretta a comprare le Mini, un trentina in tutto, quasi a prezzo pieno e solo sei erano delle Cooper S. Fortuna vuole che a pilotarle ci penserà il team di stuntman di Remy Julienne, il quale assieme ai suoi meccanici modificherà leggermente le Mini Cooper, dato che erano già dei kart ad uso stradale, senza però troppe protezioni in caso di urti, altro che stelle Euro NCAP!

The Italian Job

Tornando al film, la storia narra di una banda di rapinatori inglesi che, arrivati a Torino, vogliono mettere a segno un colpo ai danni della Fiat: bottino, 4 milioni di dollari! Il convoglio sta arrivando in città, il sistema che controlla i semafori viene manomesso e Torino piomba nel caos, ora le Mini sono libere di entrare in azione! Compiuto il furto le tre scatolette targate GPF 146G, LGW 809G e HMP 729G, sfrecciano ovunque per Torino, piazze, scalinate, portici, tetti, costantemente inseguite dalla polizia, la quale non potrà nulla contro un piano ben organizzato ed una via di fuga insospettabile. Con un cast del calibro di Michael Caine, Rossano Brazzi e Benny Hill, The Italian Job è un film da vedere assolutamente. “Great idea!

The Italian Job


About the author

Relative Posts

Leave a Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published.