Marcello Gandini
Storie

Storie – Marcello Gandini, designer d’altri tempi!



Per ringraziarti della visita c'è un regalo per te. Uno speciale ebook dedicato agli amanti dell' Assetto Sportivo. Clicca sull'immagine che trovi qui sopra, registrati, segui le istruzioni e scarica l'ebook e tutti gli altri contenuti in regalo che abbiamo preparato per te. Ti aspettiamo!

 

................................................................


Marcello Gandini

Marcello Gandini, uno dei designer che ha fatto grande l’Italia. Torinese di nascita, ha progettato alcune delle vetture più belle e prestazionali del panorama italiano della golden age e tutt’ora nella sua “Gandcaverna” sta sfornando altro! Capo design Bertone fino al 1979, successivamente si è dedicato come “solista” prestando il proprio ingegno a varie case automobilistiche, anche straniere. Il concetto di Gandini nella progettazione di un’auto è basato prima di tutto sulla sua funzionalità: meccanica, gestione degli spazi, soluzioni tecniche, poi si passa allo studio approfondito del design, linee, materiali. Senza dimenticare le persone che ruotano attorno al progetto, gli avvenimenti, le amicizie. L’unica cosa che Gandini trova difficile? Rispondere alle domande dei giornalisti!

Marcello Gandini Nuccio Bertone

Gandini comincia ad “allenare l’occhio”, quando, diciottenne, elabora le vetture degli amici che corrono in campionati locali di gare in salita, alcuni addirittura chiedendogli di realizzarle da zero. Tra accorgimenti estetici, il mondo delle carrozzerie e i primi bozzetti, il nome di Gandini comincia a circolare ed arriva alle orecchie di Nuccio Bertone! Siamo nel 1965 e Gandini affronta il primo colloquio da Nuccio. Di primo acchito i bozzetti piacciono ma le cose non sembrano comunque andare per il meglio, complice anche la presenza di un certo Giorgetto Giugiaro. Ma la ruota gira e quando Giugiaro accetta la proposta come capo design della carrozzeria torinese Ghia, Gandini ottiene il via libera per entrare in Bertone a sua volta capo design e proprio al posto di Giugiaro.

Lamborghini Miura

Il primo progetto nato dalla mano di Gandini è la Lamborghini Miura del 1966. Auto emozionante, diede il via a tutta una serie di sperimentazioni stilistiche in Bertone e fu anche la dimostrazione dell’enorme talento di Marcello. Proseguiamo la rassegna con un’altra Lamborghini, il concept Marzal, mai prodotta in serie, diventò però il “manichino” su cui progettare la futura Lamborghini Espada. Rimaniamo in Italia e continuiamo con l’Alfa Romeo 33 Carabo, base della 33 Stradale, per la prima volta Gandini sperimenta le famose “scissor doors” (taglio di forbice), adottate poi nella famosissima Lamborghini Countach ed ora famose come LSD (Lamborghini Style Door). Non dimentichiamo poi il concept “Runabout” che diede il via al progetto Fiat X1/9 e la Bmw Spicup (iniziata da Giugiaro).

Lancia Stratos

Negli anni ’70 assistiamo al vero boom del design Bertone, quindi anche di Gandini. Nel giro di quattro anni escono: Bmw Serie 5 E12, Lamborghini Jarama, Alfa Montreal, Ferrari Dino GT4, Lancia Stratos, Maserati Khamshin, Lamborghini Urraco, Fiat 132 e Innocenti Mini. Auto che hanno scritto la storia, anche in ambito sportivo! Sul finire degli anni ’70 però, Marcello reclama i suoi spazi e prima di abbandonare la Bertone e dedicarsi a progetti personali, contribuisce alla progettazione della Citroën BX. Subito richiamato da Lamborghini si mette a lavorare alla Diablo (uscirà poi nel 1990) non prima però di aver progettato la nuova Renault Supercinque, la Cizeta (Claudio Zampolli) auto super sportiva costruita in pochissimi esemplari e la Maserati Shamal. Dicevamo anni ’90 e anche qui Gandini firma altre bellissime auto: Bugatti EB110, in onore a Ettore Bugatti, Iso Grifo 90 e DeTomaso Pantera. Duratura anche la collaborazione con Maserati, dal ’92 al ’94 con i progetti Ghibli e Quattroporte. Ultima, la QVale Mangusta, spiderina dalle linee moderne che però non ha fatto molto successo. Ultimamente Gandini è stato accostato alla Tata, cosa ne uscirà? Rimanete sintonizzati..

Bugatti EB 110


About the author

Relative Posts

Leave a Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published.